Body Shaming: siamo tutte Chiara Ferragni.

Cos’è il Body Shaming, come si riconosce e come l’estetista può aiutarti.

Il Body Shaming, letteralmente vergogna del proprio corpo, è una forma di bullismo, orale o tramite Social Network, nei confronti dell’aspetto fisico degli altri.

Praticamente c’è gente che, dalla notte dei tempi, adora passare il suo tempo a giudicare, positivamente e negativamente, la nostra forma fisica.

Vi faccio un paio di esempi: commentare la foto di Instagram di una Influencer scrivendo “questo costume ti fa grassa” è Body Shaming; incontrare una conoscente e urlarle con un gridolino di gioia “ti vedo dimagrita!” è Body Shaming.

Ovviamente questi giudizi assumono una risonanza maggiore grazie ai social network.

Internet, si sa, ha i suoi vizi e le sue virtù.

Il body Shaming è decisamente un vizio.

Non sto parlando di un amico che ti chiede come stai perché gli sta a cuore la tua salute, di un’amica che ti consiglia di andare dal nutrizionista o di una sorella che ti invita a cambiare pantaloni perché quelli che hai scelto ti stanno decisamente male.

Quello è affetto, non fraintendetemi.

Parlo di tutta la gente che ti circonda, che conosci e che saluti ma che di te non sa niente.

Perché dimagrire non sempre è volontario e non sempre è sinonimo di buona salute. Così come ingrassare.

In genere non sappiamo cosa c’è dietro ad una pancia poco tonica o una faccia smunta.

Sapete perché molte donne non usano più il bikini dopo la gravidanza?

Perché non hanno voglia di affrontare gli sguardi di chi osserva quelle smagliature o cicatrici. Non se la sentono.

Sapete quante ragazze sono costrette a gestire problemi ormonali o intolleranze alimentari con conseguenti aumenti incontrollati di peso?

Per non parlare dei ragazzi costretti a convivere con l’acne o la calvizie precoce.

Siamo talmente abituati a fare certi commenti non richiesti che, anche involontariamente, rischiamo di alimentare insicurezze, provocare dolore o toccare tasti dolenti.

La verità è che nessuno ha chiesto la nostra opinione.

Che nessuno è perfetto, e questa frase non è un luogo comune.

Le vite di tutti sono piene di ansie e insicurezze, compresa quella di Chiara Ferragni.

Una società serena questo dovrebbe comprenderlo, metabolizzarlo e rispettarlo.

Ma, se la società non si occupa di tenere la bocca chiusa, tu hai un’alleata: si chiama estetista.

Con lei puoi parlare di alcuni punti deboli, delle cose che non vanno e delle cose che non ti piacciono. Ti aiuterà a minimizzarle o addirittura a valorizzarle.

Potrai imparare a coprire la tua vitiligine od ostentarla come fosse un vestito nuovo. 

Potrai colorare le tue smagliature e abbinarle al tuo smalto.

Ti spiegherà che la cellulite non si può sconfiggere ma si può prendere in giro, basta un olio illuminante.

Ti tutelano due cose: La fiducia nei suoi confronti e il segreto professionale (anche le estetiste hanno un codice deontologico e lo puoi leggere qui).

Morale della favola: Non permettere a nessuno di giudicare la tua forma fisica o il tuo modo di essere e, quando si parla degli altri, fatti un pacco di fatti tuoi.

Body Shaming is for Losers.

Un pensiero su “Body Shaming: siamo tutte Chiara Ferragni.

  1. Interessante. Spero aiuti a vincere la dipendenza dal giudizio degli altri e a ricercare ciò che può far crescere la fiducia in séNardin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *